April 23, 2020

B4i - Bocconi for Innovation: per le prime 5 startup è iniziato il programma di accelerazione dell'Università Bocconi di Milano

30 mila euro e un percorso gratuito di accelerazione di quattro mesi a Doctors in Italy, Duing, Endelea, VIAMADEINITALY e Qi4M. Digital Tech, Sostenibilità e Made in Italy sono le tre aree di accelerazione del programma B4i - Bocconi for innovation.

Milano, 23 Aprile 2020 - È partito lunedì 30 marzo 2020 il percorso di accelerazione per Doctors in Italy, Duing, Endelea, VIAMADEINITALY, Qi4M, le prime 5 startup selezionate da B4i - Bocconi for innovation, la piattaforma di pre-accelerazione, accelerazione e sviluppo interno alle aziende, dell'Università Bocconi di Milano.

Inaugurata a dicembre 2019, dopo aver raccolto oltre 200 proposte nella prima fase di “call to action”, B4i - Bocconi for innovation ha premiato le cinque finaliste con 30 mila euro ciascuna e un percorso di accelerazione della durata di quattro mesi.

B4i - Bocconi for innovation ha l’obiettivo di consentire agli imprenditori delle startup di competere sul mercato e di relazionarsi con gli investitori in maniera indipendente per essere pre-acceleratore, acceleratore di imprese e luogo di sviluppo dell’innovazione a servizio delle aziende (corporate entrepreneurship).

I cinque progetti sono stati scelti in base a innovatività dell’idea imprenditoriale, qualità del team di fondatori, capacità di soddisfare il mercato e attinenza con le tre aree di specializzazione nelle quali ha deciso di strutturarsi B4i - Bocconi for innovation, ovvero: Digital Tech, Sostenibilità e Made in Italy.

Massimo Della Ragione coordina l’area digital-tech cioè l’ambito verticale dedicato a tecnologie abilitanti come invenzioni o innovazioni capaci di rivitalizzare il sistema produttivo. Esse sono:

  • Duing: piattaforma online di recruiting che collega le aziende ai giovani talenti, sfruttando l'interazione e l'impegno;

  • Doctors in Italy: pronta assistenza medica per turisti internazionali in Italia, che durante l’emergenza Covid-19 ha focalizzato lo sviluppo del pivot Tivisito.it;

  • Qi4M: soluzione di Intelligenza Artificiale al servizio dell'automazione e della semplificazione delle scelte di investimento per le aziende.

A metà tra area digital-tech e area Made in Italy coordinata da Gabriella Lojacono e con focus su manifatturiero, fashion, food e quei settori per cui l’Italia viene riconosciuta nel mondo, troviamo:

  • VIAMADEINITALY: la prima piattaforma in Italia a supporto di artigiani e produttori italiani che punta ad aiutarli a trovare nuovi acquirenti e clienti in tutto il mondo della vendita al dettaglio.

Infine, a metà tra l’area Made in Italy e l’area sostenibilità - coordinata da Stefano Pogutz, dedicata ai progetti che possono spaziare dalla circular economy al futuro della mobilità passando per le smart cities, si colloca:

  • Endelea: e-commerce che propone capi e accessori dai colori vibranti, realizzati con tessuti wax tipicamente africani, ma con un design ed un gusto europeo.

B4i - Bocconi for innovation offre, inoltre, spazi nel campus con moderni uffici condivisi con altre startup e partner del programma, oltre all’accesso a una rete di esperti e mentor, come professori di Università Bocconi, alumni Bocconi provenienti da diversi continenti e settori, e professionisti esperti come imprenditori, investitori e C-levels di aziende. Oltre a questo, le startup possono sviluppare reti commerciali e canali di vendita verso clienti B2B, usufruire di servizi scontati dalla Bocconi e dai partner, inclusi database, cloud, CRM, pacchetti legali, contabili, di marketing digitale, e molto altro.

B4i - Bocconi for innovation è affidata alla guida del Prorettore all’Innovazione, Markus Venzin, e dell’Operating Director Nico Valenti Gatto, e conta su importanti partnership come quella con l’Istituto italiano di tecnologia (IIT), il Politecnico di Milano, l’Università degli studi di Milano, Plug & Play e HenkelX.

«Siamo entusiasti di iniziare il programma di accelerazione per startup di Università Bocconi, una istituzione accademica nota in tutto il mondo per la competenza della sua alta attività formativa e già fucina di talenti imprenditoriali. Con B4i speriamo di scrivere tante altre storie di grande successo, per l’Italia, e da esportare in tutto il mondo», dichiara Markus Venzin, Prorettore all’Innovazione dell’Università Bocconi.

«Siamo pronti ad agguantare questa sfida emozionante e ad intraprendere un percorso dove idee, spirito imprenditoriale, talento e contatti mirano, non solo a favorire la rapida crescita ed il successo della singola nuova impresa aderente al programma di accelerazione, ma soprattutto a fare sistema tra di loro e con il tessuto imprenditoriale italiano, proponendo soluzioni altamente innovative e opportunità di crescita economica con cui contaminare il nostro Paese e da esportare con orgoglio», aggiunge Nico Valenti Gatto, Operating Director di B4i - Bocconi for innovation.

Per partecipare alle periodiche Bocconi for Innovation Startup Call, le startup devono essere caratterizzate da team (di almeno due persone) nei quali sia presente almeno un membro della comunità Bocconi (studente, alumnus, membro dello staff o della faculty) oppure uno studente o alumnus dell’Università degli studi di Milano e del Politecnico o un ricercatore dell’ITT. In qualità di acceleratore, B4i - Bocconi for innovation ospita a regime fino a 30 startup all’anno.

Come pre-acceleratore, B4i - Bocconi for innovation accoglie idee imprenditoriali ancora in fase embrionale, per supportarle fino alla cosiddetta fase prodotto minimo funzionante (mvp, minimum viable product). In qualità di acceleratore, B4i - Bocconi 4 innovation aiuta startup ad interagire con mentor, consulenti esperti e società attive nei loro settori di interesse. Al termine dei quattro mesi del programma di accelerazione, B4i - Bocconi for innovation darà alle startup accelerate l'opportunità di presentarsi di fronte ad angel investors e Venture Capital Funds per raccogliere fondi per la fase successiva del loro business.